Mayflower Wind continua a fare progressi nello sviluppo della sua area di locazione offshore con il lancio di un'indagine geofisica sul sito il 25 aprile. Inoltre, Mayflower Wind prevede il lancio di un'indagine geotecnica all'inizio dell'estate. Le indagini geofisiche e geotecniche (G&G) saranno condotte fino all'autunno e si svolgeranno all'interno dell'area di locazione di Mayflower Wind (OCS-A 0521) e potenziali percorsi via cavo di esportazione.

Queste indagini proseguiranno il lavoro di acquisizione dati iniziato nel 2019, raccogliendo informazioni e valutazioni per il Piano di Costruzione e Operazione (COP) del progetto. Il piano, un requisito per l'autorizzazione federale, sarà attuato in coordinamento con le parti interessate, tra cui agenzie di regolamentazione, marinai, tribù di nativi americani e comunità portuali. Per l'indagine geofisica sono stati emessi un avviso locale ai marinai alla guardia costiera degli Stati Uniti e un avviso al comando della flotta alla marina degli Stati Uniti. Comunicazioni separate saranno effettuate prima dell'indagine geotecnica.

Il Bureau of Ocean Energy Management (BOEM) degli Stati Uniti ha approvato il piano di indagine G&G ad aprile. Altri permessi richiesti sono stati rilasciati da agenzie federali e statali, tra cui il National Marine Fisheries Service, il Corpo degli ingegneri dell'esercito americano, la Massachusetts Historic Commission e il Board of Underwater Archaeological Resources. Gli incontri pre-indagine sono stati coordinati con la tribù Narragansett, la tribù Mashpee Wampanoag e la tribù Wampanoag di Gay Head (Aquinnah).

Gli osservatori di specie protette (PSO) e gli operatori di monitoraggio acustico passivo (PAM) sono a bordo per identificare e gestire in modo appropriato qualsiasi problema che coinvolga la fauna marina protetta, in particolare i mammiferi marini e le tartarughe marine.

La sicurezza è la massima priorità di Mayflower Wind. Tutte le attività di indagine vengono eseguite in conformità con le politiche e le procedure di salute e sicurezza federali e statali. I piani di risposta al COVID-19 sono stati incorporati nei piani di risposta alle emergenze degli operatori navali. Tutto il personale ha l'autorità di "interruzione del lavoro" e ha il potere di intervenire in qualsiasi situazione non sicura.

Scopo dell'indagine geofisica

L'indagine geofisica valuta il fondale marino e il sottofondo vicino alla superficie. I dati raccolti dalle attività di indagine verranno utilizzati per caratterizzare le condizioni del sito, tra cui:

  • batimetria;
  • morfologia del fondale marino;
  • geologia del sottosuolo;
  • Siti ambientali/biologici;
  • Ostruzioni del fondale marino;
  • condizioni del suolo; e
  • Localizzazione di qualsiasi risorsa artificiale, storica o archeologica.

Navi per indagini geofisiche

Fugro, leader globale nei geodati per le industrie dell'energia e delle infrastrutture, sta conducendo l'indagine geofisica utilizzando due navi altamente sofisticate:

R/V comandante Iona
Nave da 230 piedi per ispezionare l'area di locazione e le sezioni profonde delle rotte dei cavi di esportazione

R/V Vai Libertà
Nave da 150 piedi per ispezionare l'area costiera e le sezioni meno profonde delle rotte dei cavi di esportazione

Segui i dati della boa del Metocean

Segui i dati orari della boa galleggiante di Mayflower Wind su NERACO, l'Associazione regionale nordorientale dei sistemi di osservazione degli oceani costieri. La boa raccoglie dati meteorologici e oceanografici, compresa la frequenza delle onde e la pressione atmosferica, che aiuteranno la progettazione finale del parco eolico.

BOEM ha approvato a maggio il Piano di Valutazione del Sito per la boa metaceanica.

 

Mayflower Wind, una joint venture 50/50 tra Shell New Energies US LLC e EDPR Offshore North America LLC, sta sviluppando un'area di locazione eolica offshore con il potenziale per fornire fino a 2,000 megawatt di energia pulita a basso costo.