Domande frequenti sull'energia eolica offshore

L'energia eolica offshore è conveniente?

I fondamenti per l'eolico offshore lungo gli Stati Uniti nordorientali sono forti: risorse eoliche consistenti relativamente vicino alla costa e vicino ai centri ad alta popolazione; mancanza di alternative per altre tecnologie; e la necessità di sostituire i vecchi impianti fossili e nucleari con una nuova generazione rinnovabile pulita.

Gli Stati si stanno procurando energia eolica offshore per il suo contributo all'accessibilità economica e all'affidabilità della rete. L'energia eolica fornisce un prezzo stabile e competitivo in termini di costi, aiutando al contempo a raggiungere gli obiettivi ambientali e di energia rinnovabile.

Cosa succede quando il vento smette di soffiare? Le luci si spengono?

L'elettricità generata dal progetto sarà immessa nella rete in coordinamento con altre fonti. La rete elettrica è un sistema complesso costruito per far corrispondere varie fonti di generazione e modelli di domanda in evoluzione. Se il progetto non genera a piena capacità, verranno utilizzate ulteriori fonti di generazione per soddisfare la domanda.

Gli studi sull'integrazione del vento condotti dagli operatori di rete hanno scoperto che l'energia eolica può crescere fino a supportare in modo affidabile almeno il 20-30% dell'elettricità totale su base annua, con alcuni studi che hanno scoperto che l'energia eolica può fornire più del 40% o più dell'elettricità totale. Quattro stati interni oggi generano in modo affidabile oltre il 30% della loro elettricità dal vento onshore (Iowa, Kansas, Oklahoma e South Dakota).

Le turbine hanno generatori di riserva per fornire energia per le funzioni di base quando il vento muore?

Gli operatori di rete hanno la tecnologia e l'esperienza per prevedere e prepararsi ai cambiamenti di output in modo da mantenere l'affidabilità della rete. Gli operatori di rete utilizzano le previsioni del giorno prima per scegliere quali centrali elettriche soddisfare la domanda ogni ora del giorno successivo e adeguano questa previsione a intervalli di appena un'ora o ogni quindici minuti per adattarsi a eventuali modifiche.

In che modo il fattore di elevata capacità dell'eolico offshore influisce sulla generazione di energia?

Il fattore di capacità per una centrale elettrica è una misura della frequenza con cui un generatore elettrico funziona per un determinato periodo di tempo. Confronta la quantità di elettricità effettivamente prodotta da un generatore con il massimo che potrebbe produrre durante il funzionamento continuo a piena potenza durante lo stesso periodo.

Per un parco eolico, il fattore di capacità è determinato dalla disponibilità di vento, dall'area spazzata della turbina e dalle dimensioni del generatore. I miglioramenti nella progettazione delle turbine eoliche non solo hanno contribuito ad aumentare la potenza massima che possono produrre (capacità di generazione), ma anche il loro fattore di capacità.

I fattori di alta capacità del vento nell'area di locazione offshore aiutano a ridurre il costo livellato dell'energia (LCOE), una misura tipicamente utilizzata della competitività delle diverse tecnologie di generazione. L'innovazione tecnologica continua a ridurre i costi e migliorare le prestazioni.

Perché abbiamo bisogno dell'eolico offshore?

La Next Generation Roadmap for Massachusetts Climate Policy act, approvata nel marzo 2021, impegna il Massachusetts a raggiungere le emissioni nette zero nel 2050 e autorizza il Segretario per l'energia e gli affari ambientali a stabilire un limite di emissioni non inferiore al 50% per il 2030 e non meno del 75% per il 2040. La legge autorizza il Commonwealth a procurarsi ulteriori 2,400 megawatt (MW) di energia eolica offshore, portando l'autorizzazione totale richiesta dallo stato a 4,000 MW entro il 2027. L'eolico offshore è stato determinato come il percorso meno costoso in la tabella di marcia dello stato per la decarbonizzazione del 2050 e il piano per l'energia pulita e il clima per il 2030. Il progetto Mayflower Wind sarà uno dei contributori a più alto impatto al raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio del Commonwealth. Lo sfruttamento delle risorse eoliche offshore supporta decine di migliaia di posti di lavoro, miliardi di risultati economici e investimenti in infrastrutture portuali e costiere critiche.

Ci sono altre aziende e aree di leasing con progetti proposti?

Il Bureau of Ocean Energy Management (BOEM) degli Stati Uniti ha emesso contratti di locazione competitivi per le aree della Atlantic Outer Continental Shelf (OCS) al largo della costa del New England ad altri quattro sviluppatori, tra cui Equinor, Orsted/Eversource e Vineyard Wind.

In che modo l'eolico offshore migliora l'affidabilità?

L'eolico offshore diversifica il mix complessivo di generazione di combustibili, compensando significativi ritiri di unità di generazione all'interno del Commonwealth, compresi gli arresti della stazione di Brayton Point nel 2017 e della stazione nucleare di Pilgrim nel 2019. La posizione di venti forti e costanti vicino alla costa mitiga la domanda di gas naturale e riduce le minacce all'affidabilità della rete dovute ai vincoli del gasdotto.

Come parte della sua pianificazione del sistema regionale, l'operatore di rete regionale ISO-NE ha condotto uno studio economico nel 2015-2016 sull'impatto dell'interconnessione da 1,000 a 2,000 megawatt di capacità eolica offshore nei mercati e nelle operazioni all'ingrosso dell'elettricità del New England. I risultati della simulazione di ISO-NE mostrano che quando si aggiunge vento offshore al sistema, è necessaria meno energia per servire il carico del New England meridionale, ottenendo impatti positivi per il Massachusetts attraverso interfacce meno vincolate e congestione della trasmissione ridotta.

In che modo l'eolico offshore contribuisce a ridurre i prezzi dei picchi invernali?

Si prevede che le forti e costanti velocità del vento nelle aree di locazione degli uffici federali forniranno una significativa generazione di energia durante tutte le stagioni dell'anno e le ore del giorno, con periodi di massima generazione durante i mesi invernali, quando i prezzi del gas naturale aumentano a causa della domanda di riscaldamento.

La produzione di idrogeno fa parte del piano?

L'idrogeno è emerso come una delle leve di decarbonizzazione nella spinta a raggiungere gli obiettivi di carbonio Net Zero. Essendo un vettore energetico versatile, pulito e sicuro, può essere utilizzato come combustibile per l'energia o nell'industria come materia prima. 

Al momento non ci sono piani per collegare la produzione di idrogeno al progetto Mayflower Wind.